Etiopia magica

 

 

Dancalia o Danakil?

 

Il termine “dancalo”, deriva da dankal, che č il nome con il quale gli arabi chiamano gli afar.  Con lo stesso nome gli afar sono chiamati anche da tutte le altre popolazioni che li circondano.  Gli esploratori italiani della regione si sono trovati di fronte a popolazioni che usavano il termine dankal e quindi l’hanno adottato. E alla regione hanno dato il nome di Dancalia. 

Un altro termine usato, ma meno frequentemente, č “danachili”. Questo termine deriva da danakil, che č il plurale dell’arabo dankal.

In molte carte geografiche di lingua inglese si trova il termine “Danakil” per indicare la regione, cioč la Dancalia. Danakil significa “dancali”, quindi non č corretto usare per la regione questo termine senza ulteriori specificazioni, come potrebbe essere ad esempio Danakil desert.

Altri termini che si possono incontrare sono “Denkel” e “Denakil”. Queste sono traslitterazioni dai caratteri amarici ai caratteri latini, sono quindi parole amariche che vanno pronunciate rispettivamente dancŕl e danachěl.

Altri nomi che si riscontrano nei primi scritti sulla Dancalia, quando la regione era ancora sconosciuta, quali dankanili, doncal, donakil, Tanachil o altro, si sono rivelati errati.

In Etiopia la regione desertica a nord dell’Auasc č chiamata comunemente “Afar barahŕ”, che significa “Deserto degli afar”. Oggi, dopo la costituzione dell’Etiopia in una federazione di stati su base etnica, la regione degli afar ha il nome ufficiale di “Afar Kilil”, cioč Stato (o Regione) degli Afar.

Noi la chiamiamo Dancalia.

 
 
 

Copyright

 
All photographs and articles on this web site remain
the copyright of their respective authors.